Quando la povertà economica e la povertà abitativa entrano nella vita delle persone
I disagi abitativi e le forme di povertà meno severe, i rischi diffusi di esclusione abitativa e sociale, richiedono programmi più articolati rivolti alla generalità della popolazione. Il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza si propone, esplicitamente, di valorizzare “la dimensione “sociale” delle politiche urbanistiche e abitative”, con uno stanziamento complessivo di circa 11 miliardi nell’arco di 6 anni.
di Remo Siza su welforum.it del 2 settembre 2021

Leggi...