La beffa della laurea: tre anni dopo lavora uno su due, peggio solo la Grecia

L'ultima ricerca di Eurostat sul tasso di occupazione tra i neolaureati dice che solo uno su due in Italia ha un lavoro dopo tre anni dal conseguimento del titolo accademico. Contro una media tra i 28 paesi dell'Unione dell'80,5 per cento e il picco tedesco che raggiunge il 93,1 per cento.

di Roberto Mania su Repubblica del 7 gennaio 2016

Leggi...

Solo l'83% delle donne in pensione

Tutti gli uomini vanno in pensione, le donne no, non tutte. E in Italia ci vanno meno che altrove. La differenza di genere pesa sulla previdenza: sia per quanto riguarda l'entità dell'assegno che per il diritto ad ottenerlo.

di Luisa Grion su Repubblica del 7gennaio 2016

Leggi (da www.dirittiglobali.it)...

Quale lavoro per i giovani

I dati confermano la invariabilmente sconfortante condizione (non)lavorativa giovanile. Il trend negativo persistente riguarda soprattutto coloro che hanno già concluso gli studi universitari.

di Nadia Urbinati su Repubblica del 7 gennaio 2016 

Leggi (da www.dirittiglobali.it)...

Istat: la pensione in famiglia riduce il rischio povertà

Nonostante la loro leggerezza relativa le pensioni hanno evitato a numerose famiglie il rischio di cadere in condizioni di disagio economico negli anni più duri della crisi. Lo rivela l’Istat in un focus sulle condizioni di vita dei pensionati 2013-2014 pubblicato ieri e nel quale i livelli di reddito sono contestualizzati (grazie all’utilizzo dei dati Eu-Silc) nell’ambito familiare di riferimento.

di Davide Colombo su Il Sole24ore del 5 gennaio 2016

Leggi...