La democrazia svanisce se diventa illiberale
Orbán, Primo Ministro ungherese, è stato eletto e rieletto, e gode quindi di un consenso popolare. Perché allora tante voci preoccupate? Basta il voto popolare per legittimare limitazioni delle libertà? Il primo ministro ungherese ha dichiarato più volte di voler realizzare una «democrazia illiberale». Questo è un disegno impossibile perché la democrazia non può non essere liberale. La democrazia non può fare a meno delle libertà perché essa non si esaurisce, come ritengono molti, nelle elezioni.
di Sabino Cassese su Nuovi-Lavori del 18 settembre 2018

Leggi...

I soldi non si fanno con i soldi, ma con il lavoro
Il singolo può essere bravo, ma la crescita è sempre il risultato dell'impegno di ciascuno per il bene della comunità. Infatti le capacità individuali non possono esprimersi al di fuori di un ambiente comunitario favorevole, dal momento che non si può pensare che il risultato raggiunto sia semplicemente la somma delle singole capacità. Dico questo non per mortificare i singoli o per non riconoscere i talenti di ciascuno, ma per aiutarci a non dimenticare che nessuno può vivere isolato o indipendente dagli altri. La vita sociale non è costituita dalla somma delle individualità, ma dalla crescita di un popolo.
di Papa Francesco (intervista) su Nuovi-Lavori.it del 18 settembre 2018

Leggi...

Nave Diciotti: un'emergenza tutta politica
La tormentata vicenda dei profughi eritrei della nave Diciotti segna un nuovo passaggio dello scontro che il governo italiano ha deciso di ingaggiare sulle politiche migratorie. La sua conclusione è una sconfitta dell’Italia. Ma anche del salvinismo.
di Maurizio Ambrosini su lavoce.info del 28 agosto 2018

Leggi...

Impegno, programmi, fondi per gestire l’immigrazione
Una vera politica migratoria richiede sforzi e adeguamenti organizzativi degli apparati pubblici. Non basta e non serve polemizzare con Salvini
di Valerio Onida su Corriere della sera del 27 Luglio 2018

Leggi...