Ma davvero le donne sono più resistenti al Covid-19?
Le donne sembrano essere meno suscettibili degli uomini al contagio da Covid-19. Ma non è vero per quelle che hanno meno di 50 anni. La spiegazione potrebbe essere nei tassi di occupazione, che per le più giovani sono vicini a quelli degli uomini.
di Graziella Bertocchi su lavoce.info del 8 aprile 2020

Leggi...

Se la pandemia accentua le disuguaglianze di salute
Le classi sociali più basse sono più esposte al coronavirus e ne subiscono le conseguenze più gravi. È una disuguaglianza di salute socialmente determinata e, finita l’emergenza, si dovrà pensare a risolverla. Chiamando in causa il Servizio sanitario.
di Giuseppe Costa e Antonio Schizzerotto su lavoce.info del 7 aprile 2020

Leggi...

Un nuovo "farmaco": il comportamento sociale
Per tanti anni abbiamo commentato e denunciato la medicalizzazione del disagio sociale (pensiamo all’uso sempre crescente di ansiolitici e di antidepressivi o, in passato, alla psichiatrizzazione del dissenso). Per molti problemi sociali, si era trovata una “medicina” creando così un “biopotere” sui molti aspetti del sociale. Oggi per una criticità di un pericolo che nasce e si sviluppa solo nel “bios” non ci sono invece delle possibili medicine, né preventive nè curative, e l’unica terapia collettiva possibile sono i comportamenti sociali.
su Welforum del 16 marzo 2020

Leggi...

Una protezione sociale universale per affrontare subito l'emergenza
Proposte costruttive per il confronto in Parlamento e nel Paese
di Fabrizio Barca e Cristiano Gori con il ForumDD

Leggi...