Museo della Repubblica di Montefiorino
Fondazione Ermanno Gorrieri per gli studi sociali
Istituto storico di Modena
Comune di Montefiorino

ORGANIZZANO

Giovedì 7 settembre 2017

Presso la Rocca di Montefiorino
la Prima edizione della

LETTURA ESTIVA “ERMANNO GORRIERI” SULLA RESISTENZA

Giovedì 7 settembre 2017 presso la Rocca di Montefiorino (Via Rocca, 1 Montefiorino, in provincia di Modena), si svolgerà la prima edizione della Lettura estiva “Ermanno Gorrieri” sulla Resistenza. Il programma prenderà il via alle ore 18 con la visita guidata al Museo della Resistenza. Alle ore 19 si terrà la lectio magistralis di Giovanni De Luna, docente di Storia alla Scuola di studi superiori dell’Università di Torino, autore de «La Resistenza perfetta» vincitore del Premio Pozzale Luigi Russo. Alle 20 aperitivo in Rocca. L’iniziativa, promossa oltre che dal Comune di Montefiorino, dalla Fondazione Ermanno Gorrieri per gli studi sociali e dall’Istituto storico di Modena, ha ricevuto un contributo da Emilbanca. L’iniziativa – pubblica e gratuita – è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa. Le Letture annuali Ermanno Gorrieri hanno preso il via nel 2006 per volontà della Fondazione intitolata a Ermanno Gorrieri nata con l’obiettivo di perpetuarne la memoria e di elaborare e diffondere conoscenze e proposte nel campo delle politiche sociali, con specifico riferimento alle disuguaglianze economiche e sociale e alla politiche per contrastarle. Hanno tenuto una lezione: Giuliano Amato, Enzo Bianchi, Chiara Saraceno, Massimo Livi Bacci, Giovanna Zincone, Enrico Giovannini, Amartya Sen, Nadia Urbinati, Linda Laura Sabbadini, Fabrizio Barca, Tito Boeri e Maurizio Franzini. «Attraverso le Letture estive – ha spiegato il presidente della Fondazione, Luciano Guerzoni – vogliamo avviare una nuova esperienza dedicata alla vicenda di Gorrieri come protagonista della Resistenza, essendo stato comandante partigiano, che segnò una svolta nella storiografica uscendo da una modalità tipicamente ideologica d’interpretare la Resistenza». Dal canto suo il Comune di Montefiorino è da anni impegnato a tramandare l’esperienza di chi ha vissuto direttamente gli anni della Repubblica di Montefiorino, anche attraverso il riallestimento del Museo della Resistenza inaugurato nel 2015. «Siamo interessanti a investire in questa nuova iniziativa – ha detto il sindaco Maurizio Paladini – per farla crescere, affinché il messaggio emerso da quell’esperienza partigiana possa essere attualizzato e diffuso sempre più». Il curatore delle Letture estive Mirco Carrattieri, direttore del Museo Repubblica di Montefiorino Resistenza italiana, ha sintetizzato lo studio che De Luna ha condotto sul tema della “Resistenza perfetta” vissuta tra il 1943 e il 1945 da preti e partigiani, monarchici e comunisti, soldati del Sud e ufficiali dell’aristocrazia sabauda, tutti animati dalla speranza di costruire un’Italia migliore, come emerge nell’esperienza all’interno del castello di Palas a Villar, una frazione di Bagnolo Piemonte. «La Resistenza – ha precisato – è stato un momento drammatico ma anche aurorale di relazioni nuove tra persone che hanno dato vita a un nuovo processo democratico nel nostro Paese. Di questi tempi è fondamentale riprendere e diffondere in particolare tra i giovani il discorso e il valore dell’antifascismo». Il direttore dell’Istituto storico di Modena, Metella Montanari, ha sottolineato l’attenzione sul «lavoro di rete che viene svolto su questi temi nella nostra provincia» dove è presente «una ricca realtà di istituzioni culturali che si occupano di storia e di Resistenza. Le Letture estive “Ermanno Gorrieri” – ha aggiunto – sono un’occasione per importare nuove conoscenze e nuovi punti di vista, un patrimonio fondamentale per il bene comune».